Cronaca

Ariano Irpino, chemio rinviata al “Frangiapane”: nessun risarcimento al paziente

Nessun risarcimento per la chemioterapia rinviata. Oltre al danno anche la beffa per un paziente dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino che aveva citato in giudizio la Asl di Avellino dopo aver subito il rinvio – seppure per pochissimi giorni – di un ciclo di chemioterapia.

Niente risarcimento per la chemioterapia rinviata, la decisione

La sesta sezione civile della Cassazione ha confermato la sentenza emessa dal tribunale di Benevento che aveva negato il diritto dell’uomo ad avere un risarcimento, affermando che non potessero ravvisarsi gli estremi della “colpa” nel comportamento tenuto dal personale sanitario dell’ospedale.

La vicenda

Il paziente – come scrive PrimaTivvu –  s’era recato in ospedale per sottoporsi alla chemioterapia ma, data l’assenza di un infermiere uomo che avrebbe dovuto eseguire l’intervento, l’appuntamento fu spostato.  Il paziente decise così di rivolgersi alla polizia municipale incontrata per caso fuori dal nosocomio, con la quale era rientrato nella struttura sanitaria e aveva ottenuto un nuovo appuntamento.

Decise poi di presentare una richiesta di risarcimento danni, che era stata ‘bocciata’ dal giudice di pace di Ariano Irpino – il quale ritenne che quello patito dal paziente fosse “un mero fastidio” .

Decisione confermata anche dal tribunale di Benevento, che aveva rilevato come i sanitari avessero invitato l’uomo, una volta tornato assieme alla municipale, a sottoporsi subito alle cure, cosa a cui egli rinunciò.

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button