Rifiuti in strada, la lettera di Arvonio agli avellinesi incivili

rifiuti lettera Arvonio

I furbetti della raccolta differenziata ripresi dalle telecamere della città, a breve i provvedimenti. Arvonio: "Non sarà certo la contravvenzione a cambiare il tuo essere"

AVELLINO. È iniziata il 4 dicembre 2017 la raccolta differenziata porta a porta ad Avellino. Tra primi disagi e polemiche il servizio organizzato dal Comune di Avellino con la società Irpiniambiente prosegue con regolarità ma tra i cittadini spuntano i furbetti dei sacchetti. Ripresi dalle telecamere della città i cittadini – poco avvezzi alle regole –  che riversano i rifiuti in strada. Il comandante della polizia municipale di Avellino non ci sta e replica con una lettera indirizzata agli incivili.

 

Lettera aperta

 

“Caro cittadino, anzi no, caro incivile. Non credo che la tua azione sia una sfida alle istituzioni, credo sia solo ignoranza, dettata non so da cosa, forse dal menefreghismo e dalla approssimazione o dall’arroganza. Nella tua città, e non puoi non saperlo, è partita dal 4 dicembre 2017 la raccolta differenziata porta a porta, e basterebbe porre un po’ di attenzione per sapere quando e come depositare i rifiuti, davanti alla tua abitazione…Perchè non utilizzi i servizi che noi ti offriamo? Non ti sembra che per il decoro e l’immagine di questa città, sia una cosa giusta? Potremo dire a tutti di abitare in una città civile e ne guadagneremo tutti, e se vi sono dei problemi nella raccolta dei rifiuti bisogna parlare e non abbandonarli in giro. Non sarà certo la contravvenzione a cambiare il tuo essere, ma spero di averti chiarito le idee. Noi siamo i cittadini che amiamo la città”.

TAG