Cronaca

Alta Capacità, l’impegno del Presidente Biancardi

Il delicato tema dell’Alta Capacità Napoli-Bari è stato al centro del primo Consiglio dell’era Biancardi che si è tenuto ieri. Il secondo lotto tra Santa Sofia e Orsara si farà

Il Consiglio Provinciale ha prodotto un documento che verrà presentato al governatore De Luca, al governatore Emiliano e poi al premier Conte.
La redazione di questo documento è stata concordata all’unanimità tra tutte le forze politiche presenti in Consiglio, per non lasciar cadere l’attenzione su un tema, quello della realizzazione della linea Alta Capacità Napoli-Bari che, seppur tra mille rassicurazioni, appare ancora pressocchè privo di basi solide.

Le parole del Presidente Biancardi

Un discorso programmatico a tutto campo quello del neo Presidente della Provincia “Continueremo a occuparci di scuola, trasporti e viabilità, ma allo stesso tempo riteniamo fondamentale essere cabina di regia per i sindaci e per le altre istituzioni sui grandi temi legati allo sviluppo come l’Alta Capacità”.

Gli fa eco il consigliere regionale Rosetta D’Amelio “il tema dell’Alta Capacità sarà al centro dell’agenda regionale e presto ci sarà un incontro tra i due enti sovracomunali”.

Lioni-Grottaminarda

Al Consiglio di ieri erano presenti anche sindaci di Grottaminarda, Frigento, Sturno, Gesualdo, Bonito e Villamaina, che hanno invocato la prosecuzione dei lavori della Lioni-Grottaminarda, per non vanificare il lavoro compiuto fino a questo momento, completando l’opera per l’80%.

Partenio

Riguardo al traforo del Partenio, Biancardi ha annunciato“Siamo intenzionati a fare in modo che da Cervinara si possano raggiungere l’autostrada e la stazione di Baiano in 15 minuti e il capoluogo in 25. Quelle comunità non resteranno più isolate. Non ha senso la bretella della Valle Caudina, per la quale si spendono 80 milioni, se poi
non è collegata a nulla”.

Articoli correlati

Back to top button