Cronaca

Reddito di cittadinanza, in Irpinia si parte a rilento

AVELLINO – Reddito di cittadinanza, in Irpinia si parte a rilento. Nel primo giorno disponibile per la presentazione delle domande per il sussidio e per la pensione di cittadinanza, in provincia di Avellino non si sono registrati disagi e le richieste sono state più basse rispetto a quanto ci si aspettava.

Reddito di cittadinanza, in Irpinia si parte a rilento con circa 600 domande presentate nella giornata di ieri

Reddito di cittadinanza, l’Irpinia in linea con il trend registrato in tutta Italia ai Caf di Cgil, Cisl e Uil.

Numeri di gran lunga inferiori a quelli che ci si attendeva, a dispetto di quanto dichiarato dal sottosegretario agli Interni, Carlo Sibilia, che aveva parlato di circa 13.000 famiglie irpine pronte a fare richiesta.

Ad Avellino

Al Caf Cisl di via Circumvallazione, alla chiusura degli sportelli, sono state circa 300 le domande presentate, per un totale di circa 600 in tutta la provincia di Avellino.

Circa 100  le domande tra le sedi di Avellino e quelle di Solofra, Sant’Angelo dei Lombardi, Lioni, Grottaminarda e Ariano Irpino.

Almeno altrettante quelle che invece sono state accolte ma non ancora trasmesse all’Inps.

Nei Caf Uil del Capoluogo e delle sedi di Ariano Irpino, Sant’Angelo dei Lombardi e Vallata, sono state circa 200 le domande, di cui il 10% di istanze presentate da cittadini extracomunitari residenti in Irpinia.

Le modalità per presentare la domanda

Per presentare domanda di accesso al reddito e alla pensione di cittadinanza c’è tempo fino al 31 marzo.

La domanda per il reddito di cittadinanza può essere presentata telematicamente attraverso il sito www.redditodicittadinanza.gov.it, presso i CAF o, dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali.

Articoli correlati

Back to top button