Cronaca

Quindici, bomba carta al testimone: condannato Luigi Vitale

Quindici, bomba carta al testimone: condannato Luigi Vitale, detto O'Stak. L'uomo dovrà scontare 4 anni e 4 mesi in carcere

Quindici, bomba carta al testimone: condannato Luigi Vitale, detto O’Stak. L’uomo dovrà scontare 4 anni e 4 mesi in carcere perché considerato il mandante dell’attentato contro l’auto dell’imprenditore Patrizio Donnarumma.

Luigi Vitale condannato: mandante dell’attentato al testimone

Luigi Vitale è accusato di violenza e minaccia per costringere a commettere un reato, cessione e detenzione di materiale esplosivo, induzione alla falsa testimonianza con l’aggravante di aver agito con modalità mafiose. L’arresto avvenne  nel luglio del 2020 – su disposizione del gip Luana Romana del tribunale di Napoli – dopo le indagini condotte dai carabinieri in relazione alla potente bomba carta fatta esplodere, la sera del 21 giugno 2018 a Bosagro nel comune di Quindici, sull’auto in sosta dell’imprenditore Patrizio Donnarumma, titolare di un’azienda edile. Lo scopo era indurlo ad ammorbidire la sua testimonianza alla vigilia del procedimento penale che vede fra gli imputati l’ex sindaco di Pago, Giuseppe Corcione, e alcuni membri della sua amministrazione coinvolti in vari filoni dell’inchiesta condotta dal pm Francesco Soviero.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button