Cronaca

Smantellato giro di prostituzione tra Avellino e Salerno, guadagni da 10mila euro al mese: 3 arresti

Smantellato un giro di prostituzione tra le provincie di Salerno e Avellino. Il blitz della Polizia ha smantellato una organizzazione

Smantellato un giro di prostituzione tra le provincie di Salerno e Avellino. Il blitz della Polizia ha smantellato una organizzazione che gestiva il traffico di prostituzione tra le due province. Come riporta Il Mattino, sono tre le persone arrestate e che dovranno rispondere dei reati di associazione per delinquere e favoreggiamento della prostituzione di donne e transessuali di nazionalità italiana e straniera.

Prostituzione tra Salerno e Avellino: tre arresti

Secondo quanto emerso dalle indagini, gli organizzatori procuravano alloggi a prostitute e transessuali italiani e stranieri nei comuni di Solofra (Avellino) e, in provincia di Salerno, di Mercato San Severino, Nocera e Capaccio per un giro di affari mensile stimato in 10 mila euro.

I nomi

Il provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari è scattato per marito, moglie e cognato. Si tratta di Mario Ruggiero 49 anni, Maria Nicola Maffei 43 anni (entrambi residenti a Cesinali) e Antonio De Luca, 56 anni di Serino.

Obbligo di dimora nei confronti di altre quattro persone: una 25enne di Solofra, un 53enne di Nocera, un 34enne residente a Salerno ma che risulta irreperibile e un 31enne di Solofra.

L’inchiesta

L’inchiesta ha avuto inizio nel 2017 nell’ambito di un’altra operazione che riguardava lo spaccio di sostanze stupefacenti. Dalle intercettazioni gli investigatori sono risaliti all’attività illecita che sarebbe gestita proprio da Ruggiero. Infatti, il 49enne – secondo l’accusa risulterebbe avere un ruolo principale nell’organizzazione.

Articoli correlati

Back to top button