Cronaca

Prorogato il personale Covid del Moscati

"Atto dovuto in attesa della stabilizzazione"

A causa del crescente numero di contagi, i contratti del personale Covid dell’ospedale Moscati si Avellino sono stati prorogati. Si tratta, nello specifico, di 90 figure professionali, 52 delle quali assunte con contratto di collaborazione coordinata e continuativa e 38 con contratto a determinato.

Covid, il Moscati proroga i contratti del personale

Contratti prorogati fino al prossimo 31 dicembre per il personale dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino reclutato con le misure straordinarie adottate nell’ambito del potenziamento del Sistema Sanitario Regionale per l’emergenza Covid. Si tratta, nello specifico, di 90 figure professionali, 52 delle quali assunte con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (3 dirigenti medici, 2 dirigenti biologi, 5 tecnici sanitari di laboratorio, 1 tecnico sanitario di radiologia, 1 infermiere, 3 tecnici assegnati all’Ufficio tecnico, 1 ostetrica e 36 operatori socio-sanitari) e 38 con contratto a tempo determinato (34 infermieri e 4 operatori socio-sanitari).

L’impegno del Moscati

La Direzione Strategica dell’Azienda Moscati ha quindi immediatamente recepito le indicazioni in tal senso arrivate dalla Regione Campania, mantenendo in servizio tutto il personale che ha fornito e continua a fornire un valido e fondamentale supporto all’Azienda e che ha acquisito un’esperienza dall’emergenza sanitaria che rappresenta un valore aggiunto da non disperdere. Partendo innanzitutto da quest’ultima considerazione, la Direzione del “Moscati” ha anche già avviato le procedure per assumere a tempo indeterminato la maggior parte del personale precario, tenuto conto che durante questo periodo di proroga maturerà i requisiti necessari per la stabilizzazione.

Articoli correlati

Back to top button