Cronaca

Processo di Palazzo Iandolo ad Avellino: tutti assolti

Si è concluso il processo sull'inchiesta di Palazzo Iandolo ad Avellino. Secondo la procura l'edificio era stato costruito lungo la rampa Santa Maria delle Grazie

Si è concluso il processo sull’inchiesta di Palazzo Iandolo ad Avellino. Secondo la procura l’edificio era stato costruito lungo la rampa Santa Maria delle Grazie. Gli imputati sono stati tutti assolti. Secondo i giudici non c’è stata violazione del vincolo paesaggistico.

Assolti gli imputati nel processo di Palazzo Iandolo

Imprenditori, tecnici, dipendenti e progettisti del Comune di Avellino erano imputati a vario titolo del reato di abuso edilizio e abuso d’ufficio. Sono stati tutti assolti gli imputati coinvolti nell’inchiesta della Procura di Avellino nel procedimento penale che riguarda l’edificio costruito lungo la rampa Santa Maria delle Grazie.

Il Pm aveva chiesto condanne dai tre mesi ai due anni e sei mesi. Tutto ruotava intorno alla presunta violazione di un vincolo paesaggistico. La difesa affidata agli avvocati Pizza, Preziosi, Petrillo, Danna e Castelluccio, ha dimostrato che l’area al centro dell’indagine doveva assere intesa come zona di completamento non soggetta al vincolo.

Gli imputati assolti con formula piena

Gli imputati Giancarlo Iandolo, Luigi De Cesare, Arturo Petracca, Francesco Tizzani, Ciro Giordano, Ciro Melillo, Uriele Maffei, Antonio Morano e Giovanni d’Arco sono stati assolti con formula piena.

Articoli correlati

Back to top button