Cronaca

Pratola Serra, indagini archiviate per l’ex sindaco Aufiero

PRATOLA SERRA. Nuova archiviazione per Tonino Aufiero, già Sindaco di Pratola Serra attualmente consigliere comunale, in merito ad una vicenda che lo vedeva indagato insieme ad altre persone per associazione mafiosa, con l’aggravante dell’articolo 7.

L’accusa per Aufiero

Gravissima l’accusa: procedure ad evidenza pubblica poste in essere dalla Pubblica Amministrazione che si ipotizzavano illegittime, quali lavori di realizzazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile e lavori di realizzazione di un asilo nido comunale; indebito utilizzo di una utenza telefonica intestata al Comune di Pratola Serra, asseritamente utilizzata per raccogliere consensi nell’ambito della campagna elettorale in favore di Aufiero, abuso d’ufficio e peculato in concorso con due ragazze partecipanti al progetto “Garanzia Giovani”.

Il procedimento per Aufiero

Il procedimento penale, originato da un esposto anonimo, viene affidato alla Direzione Distrettuale Antimafia.
In data 22 aprile 2016 il consigliere di minoranza Galdo Gerardo viene ascoltato quale unica persona informata dei fatti presso la medesima Direzione Distrettuale Antimafia dal Sostituto Procuratore, Francesco Soviero, assistito dai militari della Compagnia Carabinieri di Mirabella Eclano, Molinaro Ivane Lombardi Pietro.

In seguito alla deposizione di Galdo Gerardo, il Pm, Soviero, richiedeva al Gip competente di sottoporre il telefono cellulare di Antonio Aufiero e di altra persona ad intercettazioni.  Il Giudice per le Indagini Preliminari, Roberta Attena, letti gli atti del procedimento nei confronti di Antonio Aufiero ed altre persone; esaminata la richiesta del Pm di autorizzare a disporre, per la durata di giorni 40, le operazioni di intercettazione telefonica; ritenuto che non sussistevano indizi del reato ipotizzati dal Pm.

I fatti denunciati in data 22 aprile 2016 presso la Direzione Distrettuale Antimafia sono dunque stati archiviati dal Gip presso il Tribunale di Avellino, Paolo Cassano, in data 11 gennaio 2018, su richiesta del Pm, Teresa Venezia.

La soddisfazione di Aufiero

«Ennesimo importante e soddisfacente risultato, giustizia ancora è fatta- commenta Tonino Aufiero – Sono stato messo alla gogna mediatica e pubblica ingiustamente e meschinamente.  Mi dispiace che, a causa di qualche folle, in preda all’esaltazione, Pratola Serra abbia occupato le prime pagine dei giornali con l’ombra che fosse amministrata da persone collegate al malaffare. Ringrazio i miei sostenitori per essermi stati vicini ed aver creduto in me sempre, prima come uomo e poi come amministratore».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button