Cronaca

Avellino: “La gonna è corta”, polemica dietro le parole del Sottufficiale della Caserma

“La gonna è troppo corta“, scoppia la polemica dietro le parole pronunciate dal Sottufficiale della Caserma Berardi di Avellino: “Se accorciate le divise, qualcuno fraintende”.

“La gonna è corta”, polemica alla Caserma di Avellino

Soldatesse, non dovete accorciare le divise: se mostrate il fondoschiena in un ambiente ad alta densità maschile si rischiano frantendimenti“, queste le parole pronunciate dal Sottufficiale di Corpo del 232º Reggimento Trasmissioni di Avellino che stanno facendo il giro del web raccogliendo le polemiche di molti.

A darne notizia è il sindacato italiano autonomo militare organizzato S.I.A.M.O. ESERCITO, che riporta i fatti che sarebbero accaduti nella struttura militare di Avellino. Il Sottufficiale avrebbe ripreso una donna per la sua “non corretta forma” di indossare la divisa. “Una affermazione inaccettabile e che non può passare inosservata”, denuncia il sindacato.

“Sebbene il T.U.O.M. all’art. 720 co. 3 – si legge nella nota stampa – sancisca che il militare non deve in alcun caso modificare o alterare l’uniforme, le parole che il Sottufficiale di Corpo ha utilizzato per, presumibilmente, ribadire la succitata norma, non solo rivelano una mentalità retrograda, ma anche una mancanza di rispetto per le donne che servono nella sua unità. Inoltre, in un momento in cui la parità di genere e il rispetto delle diversità sono temi centrali nella società, è assurdo che esistano ancora persone che non comprendono l’importanza di questi valori”.

Mostra di più

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio