Cronaca

Pastore evangelico indagato per violenza sessuale, slitta l’udienza preliminare

Udienza preliminare rimandata a gennaio per il pastore evangelico 85enne, indagato per violenza sessuale e riduzione in schiavitù.

Secondo le indagini, condotte dalla Procura di Avellino e da quella di Napoli, che ha indagato in merito al reato di riduzione in schiavitù, l’uomo si sarebbe reso autore di una lunga serie di violenze a sfondo sessuale tra il 1999 e il 2016.

Fino ad ora sono sei le donne, vittime del religioso, che si sono costituite parte civile. La denuncia era partita da una madre che aveva denunciato l’uomo a seguito delle sue esplicite richieste avanzate, oltre che nei suoi confronti, anche in quelli della figlia minorenne.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button