Cronaca

Ordigno bellico ad Avellino: evacuazione rimandata a marzo

Ordigno bellico ad Avellino: vertice in Prefettura per decidere le modalità e i tempi dell’evecuazione. Ma non sarà una cosa imminente, le operazioni potrebbero slittare a marzo.

Ordigno bellico ad Avellino: a marzo l’evacuazione

Le operazioni di evacuazione coinvolgeranno dai 25mila ai 30mila residenti nel raggio di un chilometro dal luogo dei ritrovamento della bomba. Una fascia di sicurezza indicata dal Genio Guastatori dell’Esercito per evitare qualsiasi tipo di problema.

Il ritrovamento

La bomba era stata rinvenuta nei pressi del ponte della Ferriera agli inizi del mese di settembre, ed era venuta alla luce nel corso dei lavori di riqualificazione del torrente San Francesco.

 

Articoli correlati

Back to top button