Cronaca

Omofobia, la ferma condanna del sindaco di Montemiletto

MONTEMILETTO – Nel giorno della festa della donna, ma non solo oggi, è doveroso riflettere su quante persone, ancora, rimangono nelle proprie convinzioni e mostrano come gli eventi del passato e la storia più recente non abbia insegnato loro niente. L’omofobia è ancora presente e ben radicata nel nostro Paese, ma fortunatamente ci sono ancora persone che fanno sentire la propria voce.

Un episodio di omofobia ha scosso la comunità di Montemilettmo, ma il sindaco non ci sta

Un bigliettino scritto a mano con un suggerimento ben preciso, quello di togliersi di mezzo.

Il destinatario sarà forse un assassino? Uno stupratore? Un ladro? No, è un omosessuale.

A quanto pare per l’autore di questa missiva i forni crematori di Dachau non erano poi così inutili.

Fortunatamente questo episodio non è passato sotto silenzio, e il sindaco di Montemiletto ha prontamente condannato questo gesto, che ha definito, senza mezzi termini, ignobile.

In un post su Facebook il primo cittadino ha condannato fermamente l’episodio, e ha scritto

Il rispetto della libertà e della dignità dell’essere umano sono condizione imprescindibile per dirsi soggetti dotati di raziocinio.
A nome mio e della comunità che rappresento, esprimo solidarietà e vicinanza a chi è stato vittima di incivili e vigliacchi messaggi di odio.

 


 

 


L’autore del biglietto

I commenti al post sono tutti di ferma condanna, i cittadini non sono certo rimasti a guardare.

La vittima di questo inquietante episodio di omofobia è una persona conosciuta e stimata nella piccola comunità di Montemiletto.

In uno dei commenti si legge

Ci sarebbero una marea di aggettivi per descrivere lo scrivente che poi invece di pensare alla vita di un povero ragazzo, che si fa la sua vita in modo silenzioso e senza dar fastidio a nessuno, perchè non pensa di ritornare sui banchi di scuola? Il ragazzo che ha ricevuto il biglietto è autore di 2 libri e conoscendo i suoi genitori e fratelli (per mia.sfortuna non conosco lui in quanto ragazzo rispetto a me ) penso sia anche disponibile a impartirgli qualche lezione base della grammatica italiana.

Per l’autore di questo biglietto servirebbero lezioni di grammatica, di sintassi, e anche si storia.

 

Articoli correlati

Back to top button