Cronaca

Omicidio-suicidio a 83 anni. La tragedia a Villanova

VILLANOVA DEL BATTISTA. Sembrerebbe un caso di omicidio-suicidio quello che è accaduto nella Notte di San Lorenzo nel piccolo borgo di Villanova.

La scoperta in serata

Intorno alle 21 di venerdì 10 agosto, una coppia di ottantenni è stata trovata morta all’interno della propria abitazione.

Antonietta Raduazzo, 80 anni, era riversa sul divano, poco più distante il marito anche lui 83enne, Ponziano Colantuono. Uccisi da un’arma da fuoco, una pistola calibro 765, come scrive Primativvù, legalmente detenuta dall’uomo.

I due coniugi sono stati ritrovati nella loro casa in Via Francesco Cusano a pochi passi dalla Chiesa di Santa Maria Assunta, nel centro della piccola comunità di Villanova, dove vivevano soli.

Le cause: forse un litigio

Ancora incerte le cause che hanno scatenato la furia omicida-suicida. Si parla di una coppia unita ma la vita non era stata proprio facile per i due coniugi. La loro unica figlia vive all’estero, in Germania, e negli anni avevano perso due figli, uno dei quali scomparso misteriosamente e mai più ritrovato.

I carabinieri ipotizzano che la tragedia si sia consumata al termine di un litigio.

A trovare i corpi esanimi dei due coniugi è stata la moglie del sindaco di Villanova e sorella dell’omicida-suicida, che si occupava quotidianamente dei coniugi.

Sul posto ad indagare sul movente e le dinamiche di quanto accaduto, i Carabinieri della Stazione di Zungoli, ed il Nucleo operativo della scientifica di Ariano.

Articoli correlati

Back to top button