Cronaca

Omicidio Pelosi: ascoltata una delle sorelle dagli inquirenti

La donna potrebbe dare una mano alle indagini fornendo dettagli sulla vita privata del fratello

Omicidio Pelosi, una delle sorelle del 48enne della frazione Ferrari di Serino morto in seguito a un’aggressione, è stata sentita nuovamente dagli inquirenti. La donna potrebbe dare una mano alle indagini fornendo dettagli sulla vita privata del fratello.

Giallo Pelosi, ascoltata una delle sorelle

Come riporta “Il Mattino”. l’avvocato Claudio Ricciardelli, che assiste la famiglia, lancia un nuovo appello e invita a farsi avanti chi sappia qualcosa. I familiari vogliono la verità sull’accaduto. Vogliono conoscere i motivi di tanta violenza contro quel padre che lascia la moglie e tre figli minorenni e soprattutto pretendono di sapere chi ha agito.

Appare sempre più probabile che i colpi siano stati sferrati da più persone. Diverse e gravi le ferite riportate da Giovanni Pelosi per essere attribuibili a una sola mano. Gli investigatori stanno cercando di mettere insieme tutti i tasselli del mosaico. Già nella giornata di domani, l’avvocato Ricciardelli incontrerà la vedova per confrontarsi e condividere la strategia.

Le indagini

L’obiettivo è di dare un contributo all’attività d’indagine coordinata dal pm Cecilia Annecchini e condotta dai Carabinieri della Compagnia di Solofra, agli ordini del capitano Gianfranco Iannelli. Saranno fondamentali i risultati degli esami di laboratorio da parte dei Ris. Il Reparto Investigazioni Scientifiche di Roma ha eseguito un accurato sopralluogo a Ferrari.

Repertate diverse tracce di sangue, mentre dall’abitazione dell’unico indagato, il 62enne Ottavio Pelosi, è stato portato via un paio di scarponi che l’uomo utilizza in campagna e per accudire gli animali. Da verificare se le tracce ematiche scoperte su quelle calzature siano di qualche animale d’allevamento o di sangue umano.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button