Cronaca

Omicidio Masucci, tra i reperti il dna dell’assassino

AVELLINO. Lungo sopralluogo dei Ris nella villa di Ugo Masucci a Contrada Archi. Continuano le indagini per accertare la causa della morte del noto dentista di Avellino ritrovato senza vita nella sua abitazione lo scorso 11 dicembre. Molti gli oggetti repertati dalla squadra di Roma durante le analisi si cercherà di isolare le possibili tracce di dna lasciate inconsapevolmente dall’aggressore sul luogo del delitto.

 

Le analisi dei Ris

 

Tra gli oggetti sequestrati vi sarebbero anche dei mozziconi di sigarette. Durante l’esame autoptico sarebbe stato rinvenuto sotto le unghie della vittima del materiale biologico da analizzare al fine di comparare i profili del dna. L’analisi degli elementi rinvenuti nella villa del professionista dai carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di Roma, sarà necessario per stabilire se le tracce appartengono a Masucci oppure al presunto assassino. La svolta definitiva alle indagini, sarà data dunque dalle informazioni genetiche insieme all’esame dello Stub che potrebbe essere pronto subito dopo le festività natalizie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button