Cronaca

Omicidio con una spranga di ferro, l’assassino è un 26enne di Chianche

Omicidio con una spranga di ferro, un banale litigio trasformato rapidamente in tragedia. Protagonisti due giovani stranieri.

Omicidio con una spranga di ferro, l’assassino è un 26enne di Chianche

Omicidio con una spranga di ferro, l’episodio la scorsa notte a pochi kilometri da Benevento, nella frazione Bagnara di Sant’Angelo a Cupolo.

La vittima è un 23enne ucraino, Mjkhailo Prudius. Secondo quanto si apprende, all’origine del brutale omicidio ci sarebbe una discussione per futili motivi.

L’omicida è Antonio De Franco, 26enne di origine bulgara, elettricista, residente nell’avellinese, a Chianche

L’omicidio per futili motivi

Quella che era iniziata come una serata tranquilla ha preso, successivamente, un risvolto drammatico. La vittima si trovava  a Bagnara in un ristorante, in compagnia di due connazionali, uno dei quali gli aveva offerto ospitalità per un periodo di quasi un mese.
Quella sera i tre erano in un locale per festeggiare l’imminente ritorno al proprio paese del 23enne, che sarebbe partito il giorno dopo.
Poco dopo la mezzanotte, secondo una prima ricostruzione, le strade dei tre ucraini, e quelle dell’omicida si sarebbero incrociate, e sarebbero iniziate a volare parole grosse e insulti.
In particolare, proprio tra i due protagonisti ci sarebbero state scintille.

La faccenda non era chiusa

Dopo questo episodio i tre ucraini si sono allontanati, ma evidentemente per Antonio De Franco la questione non era chiusa.

Il 26enne avrebbe recuperato una spranga di ferro, che portava con sè in auto, e si sarebbe avvicinato al malcapitato colpendolo ripetutamente.

Mentre il giovane ucraino agonizzava sull’asfalto, De Franco si dava rapidamente alla fuga a bordo della sua auto.

All’arrivo sul posto, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso de giovane. La causa, secondo un primissimo esame, sarebbe una profonda ferita alla regione parietale, che ha poi provocato un trauma cranico e un’emorragia

 

Catturato il colpevole

Antonio De Franco è stato catturato poco dopo presso la sua abitazione, la spranga di ferro utilizzata per commettere l’omicidio è stata sequestrata.

Durante il primo interrogatorio di convalida del fermo, il 26enne si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Articoli correlati

Back to top button