Cronaca

Omicidio con una spranga di ferro, i dettagli dell’interrogatorio

Omicidio con una spranga di ferro, i dettagli dell’interrogatorio di ieri. Antonio De Franco ha raccontato al Gip i particolari della folle aggressione di sabato notte ai danni di Mjkhailo Prudivus.

Omicidio con una spranga di ferro, i dettagli dell’interrogatorio di ieri

Antonio De Franco ha spiegato al magistrato ogni singolo passaggio di quella tragica serata. A cominciare dalla confessione al padre quando è rientrato a casa, imemdiatamente dopo il delitto.

Mjkhailo Prudivus era ancora riverso in strada in attesa dei soccorsi mentre De Franco si dava precipitosamente alla fuga, ma i Carabinieri non ci hanno messo molto ad identificare il 26enne e a rintracciarlo.

L’ammissione del delitto

Antonio De Franco ha ammesso le proprie responsabilità davanti al Gip e ha parlato per quasi due ore, ricostruendo momento per momento quella tragica serata.

Ma il movente rimane ancora sconosciuto, è stato lo stesso 26enne a non riuscire a dare una spiegazione per il suo gesto.

L’uomo figlio adottivo di una coppia di Chainche, ha affermato di non avere intenzione di colpire Mikhailo. I due si conoscevano da tempo, addirittura De Franco avrebbe dato un passaggio al 23enne fino al bar, dove poi si sarebbe consumata l’aggessione.

Il magistrato ha covalidato il fermo per Antonio De Franco, che resterà in carcere fino all’inizio del processo.

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button