Cronaca

Omicidio ad Avellino: il killer accusa la fidanzata “era suo il piano”

Domani interrogatorio garanzia per i due giovani e il conferimento incarico autopsia

Giovanni Limata, accusato dell’omicidio di Aldo Gioia, padre della sua fidanzata la notte tra venerdì e sabato ad Avellino, ha accusato proprio Elena Gioia di aver organizzato lei il piano per uccidere la sua famiglia. Questo è quanto il giovane di 23 anni avrebbe detto agli agenti della Squadra Mobile di Avellino ai quali ha reso piena confessione.

Delitto Avellino: domani interrogatorio di garanzia per i due giovani

Il piano dunque era quello di sterminare l’intera famiglia, con l’uccisione programmata anche della madre e della sorella, sarebbe stato messo a punto e fortemente voluto proprio da Elena. L‘interrogatorio di garanzia dei due giovani è previsto in carcere per domani, giornata nella quale il pm Vincenzo Russo conferirà l’incarico per eseguire l’autopsia.

Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button