Cronaca

“Mi manchi, quando li uccidiamo?”, chat dell’orrore tra i due fidanzatini killer

Omicidio ad Avellino, scoperta chat dell'orrore tra i due fidanzatini killer accusati della morte di Aldo Gioia, padre della ragazza

Omicidio ad Avellino, scoperta chat dell’orrore tra i due fidanzatini killer accusati della morte di Aldo Gioia, padre della ragazza. L’uomo sarebbe stato ucciso perché si opponeva alla relazione tra i due. Intanto Elena Gioia e Giovanni Limata hanno fatto scena muta davanti il Gip.

Omicidio ad Avellino, la chat dei fidanzatini killer

“Mi manchi, quando li uccidiamo?”, parole da brividi quelle che si scambiano in chat i due fidanzati di Avellino prima dell’atroce omicidio di Aldo Gioia, ucciso dal compagno della figlia mentre dormiva sul divano. La vittima è stata sorpresa nel sonno, addormentato sul divano davanti alla televisione dopo cena. Il fidanzato della figlia, secondo l’accusa, avrebbe sferrato contro di lui sette coltellate. L’uomo è stato poi lasciato agonizzante in un lago di sangue.

Fonte: La Repubblica

Omicidio ad Avellino, Aldo ucciso dalla figlia e fidanzato perché si opponeva alla relazione | La ricostruzione della vicenda 

 

Articoli correlati

Back to top button