Cronaca

Omicidio Gioia, Giovanni Limata torna in carcere

Giovanni Limata, il giovane di Cervinara accusato dell’omicidio di Aldo Gioia avvenuto ad Avellino, ha lasciato il reparto di Psichiatria dell’Ospedale Moscati di Avellino per tornare in carcere.

Omicidio Aldo Gioia, Limata torna il carcere

Il giovane ha ucciso Aldo Gioia – il padre della sua fidanzata – poiché si opponeva alla loro relazione. La prossima udienza del processo, adesso, è attesa per il 25 gennaio 2023. In quell’occasione si analizzeranno gli esiti dell’esame del perito e dei consulenti di parte.

Il delitto Gioia

L’omicidio è avvenuto alle 22.45. Lei, poco prima, scende giù per depositare il sacchetto dell’immondizia, dopo aver atteso che mamma e sorella andassero in camera da letto e il papà si fosse appisolato sul divano. Tutto secondo i piani. E dunque il momento giusto per agire. Elena risale al quinto piano e dietro di lei c’è Giovanni – che era nei dintorni del palazzo già da un po’ – armato con un coltello da caccia.

Entrano in casa e lei raggiunge la sua camera da letto. A questo punto il ragazzo si avventa sull’uomo che stava dormendo e lo colpisce con violenza all’addome. Almeno sette le coltellate inferte. Alcune agli organi vitali. La vittima prova a difendersi, ma senza riuscirci. Sulle sue mani i segni del tentativo estremo di evitare la morte. Le urla dell’uomo hanno salvato il resto della famigli

Annalisa Barra

Annalisa Barra, giornalista del network L'Occhio, è esperta di comunicazione, scrittura Seo, social media e copywriting.

Articoli correlati

Back to top button