Cronaca

Nuovo Stadio Avellino, approvate le modifiche al progetto

Servirà, ora, un nuovo iter per l'approvazione definitiva presso la Giunta Comunale

Sono state approvate le modifiche del Nuovo Stadio dell’Us Avelllino. Sono state accolte oggi 14 giugno, durante la conferenza dei servizi, le modifiche apportate al progetto iniziale, in particolar modo per quanto concerne le problematiche relative ai parcheggi, sollevate a più riprese nel corso degli ultimi mesi.

Nuovo Stadio Avellino, l’iter definitivo

Adesso bisogna stilare un nuovo iter per l’approvazione definitiva e per l’ottenimento della dichiarazione di pubblico interesse presso Giunta e Consiglio Comunale. Ma la svolta sembra essere vicina e tutti i tifosi biancoverdipossono, finalmente, accarezzare il sogno di un nuovissimo impianto sportivo pronto a sorgere a Contrada Zoccolari.

Festa: “La soluzione parcheggi è stata trovata, sui tempi meglio non fare pronostici”

Come riporta Avellino Today, sembra essere arrivata alla risoluzione una questione che, come sottolineato dal sindaco di Avellino, Gianluca Festa, si era complicata soprattutto da un punto di vista urbanistico:

C’era la questione relativa agli standard da rispettare per i parcheggi delle attività commerciali. E’ stata trovata la soluzione con il terreno al lato della porta carraia, il parere è stato positivo. Ora, siamo pronti ad andare in Giunta e in Consiglio Comunale per la dichiarazione di pubblico interesse, a cui seguiranno la definizione del progetto definitivo, l’ultima conferenza dei servizi e il bando“.

I tempi

Sui tempi, il primo cittadino non si sbilancia: “Ho imparato che è meglio evitare fare pronostici. Ovviamente, ci sono massima concentrazione e impegno: abbiamo posto lo stadio tra le priorità della nostra amministrazione. Oggettivamente, le condizioni del nostro stadio non sono delle migliori. E poi, ritengo che, per una programmazione ambiziosa, uno stadio nuovo è indispensabile, oggi, in tutta Europa. Abbiamo un’opportunità e non vogliamo perderla“.

Le tasse

Anche sulla questione delle tasse: “Il progetto ha subito delle modifiche, in ragione del permesso a costruire e dei pareri relativi al progetto stesso. La TARI sarà in capo alle attività commerciali, mentre per l’IMU la parte sportiva non prevede il pagamento. Pertanto, sotto questo punto di vista, non sono emerse altre problematiche”.

Articoli correlati

Back to top button