Cronaca

Novolegno, dipendenti in sciopero dopo l’annuncio della chiusura

MONTEFREDANE. Novolegno, il gruppo Fantoni ha comunicato ufficialmente l’intenzione di voler chiudere lo stabilimento di Arcella di Montefredane. La fabbrica, da quasi quarant’anni presente in Irpinia, era specializzata nella produzione di pannelli Mdf. 117 dipendenti sono senza lavoro.

Novolegno, dipendenti in sciopero dopo l’annuncio della chiusura

L’intelzione di tagliare quasi il 50% del personale era già una realtà, ma nessuo si sarebbe aspettato la chiusura totale.

Le ragioni della chiusura

Giorgio Barzazi, consigliere delegato della Fantoni e della Novolegno ha spiegato le motivazioni che hanno spinto la holding ad una decisione così drastica:

La comunicazione che abbiamo dato è molto chiara. Lunedì scadrà la solidarietà e daremo via alla procedura di messa in mobilità di tutte le persone. Poi, dopo l’iter prestabilito, ci saranno le lettere di licenziamento. Le ragioni sono strettamente economiche. Ci troviamo di fronte a numeri pesanti e non c’è una prospettiva.

Dopo l’incendio del giugno 2014, la Novolegno aveva da tempo aveva affidato l’intera produzione ad una linea soltanto, dopo la chiusura delle altre due tre anni fa.

La protesta di dipendenti e sindacati

Oggi è in programma un sit-in di protesta davanti alla Prefettura di Avellino, al quale parteciperanno dipendenti e rappresentanti della Fillea Cgil.

Tutti si chiedono come sia possibile che sia stata presa la decisione di chiudere lo stabilimento di Montefredane, mentre il gruppo Fantoni ha investito ben 80 miioni di euro al nord.

 

Articoli correlati

Back to top button