Curiosità

Nicolò Raniolo, bello come un principe ma saggio come un ranocchio

GOSSIPTanto bello quanto arcigno, stando alle ultime esternazioni sui social. Il “principino” del regno di Maria De Filippi, infatti, si è lasciato andare a considerazioni da osteria alle opinioni che alcuni suoi attenti fan hanno avuto l’ardire di condividere con lui attraverso i social.
Per chi non lo ricordasse, Nicolò Raniolo al bacio della principessa che corteggiava è rimasto ranocchio. Per dirla chiaramente, dopo il lungo periodo di “corteggiamento” davanti alle telecamere di canale 5, intascata la grande risonanza mediatica che il programma promette e concede, ha detto no alla tronista Sabrina Ghio.

I suoi follower, non essendo entrati nell’ottica di un simile comportamento ambivalente, hanno proposto al ragazzo le proprie perplessità. Uno tra i dubbi più frequenti tra gli internauti era l’idea che l’ex ballerina di “Amici” fosse stata in qualche modo illusa da quella perseveranza con cui Raniolo aveva dimostrato interesse, senza che lo fosse in realtà.

 

Raga non mi si mette l’audio ma sono il nuovo KING dei #SELFIE ???????????? !pre #shooting ????

Un post condiviso da NICOLÒ RANIOLO???? (@nicoloranioloofficial) in data:

 

Nicolò Raniolo, forse colto su un nervo scoperto, non si è fatto passare la mosca per il naso e prima che le impressioni educatamente proposte dagli utenti fossero appurate ha cauterizzato gli squarci sul telo della sua simulazione. Ha scritto: «Consiglio a chi mi commenta e a chi mi segue di non limitarsi a sentire ma di iniziare ad ascoltare perché io capisco la vostra voglia di commentare e giudicare anche se è sbagliata perché è ignoranza umana. Quindi tranquilli, è normale ma attenti a non farvi suggestionare dalla quotidianità di quel programma (U&D) perché siete abituati a vedere l’amore, le coppie che escono, le emozioni e quello che voi sperate ogni volta».

Poi, quasi a giustificarsi, ha scritto che in fondo non ha «ucciso nessuno» e ha continuato ad offendere chi gli aveva rivolto la parola intimando tutti a tacere «su cose che non capite» e poi, con piglio da cacciatore, ha concluso scrivendo: «Grazie dell’attenzione, spero di avervi un pelo aperto gli occhi, così, il prossimo che verrà, non lo tratterete come avete fatto con me, con ipocrisia».

Articoli correlati

Back to top button