Cronaca

Negoziante cinese ucciso in Irpinia: l’autopsia rivela i colpi fatali

Monteforte Irpino, ieri l'autopsia sul commerciante cinese ucciso nella mattinata di sabato 30 luglio dal 24enne nigeriano

È durata oltre cinque ore l’autopsia sul corpo del commerciante cinese ucciso Monteforte Irpino. Il 56ene è stato ucciso a colpi di martello dal 24enne nigeriano Omo. Sono stati la dottoressa Sementa e il dottore Sandurro ad eseguire gli accertamenti irripetibili per stabilire le cause e mezzi che hanno provocato il decesso di Yuancheng Gao, il 56enne cinese titolare del negozio ubicato a Monteforte Irpino come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Monteforte Irpino, l’esito dell’autopsia sul corpo del commerciante cinese ucciso

La salma del 56enne è stata liberata al termine dell’esame autoptico ed ora si attende il parere del pubblico ministero sulla richiesta di cremazione del corpo di Yuancheng Gao, presentata dal loro difensore. Il 24enen nigeriano Robert Omo è stato arrestato e trasferito in carcere dopo l’omicidio dello scorso 30 luglio. Il giovane, senza fissa dimora, dopo aver avuto un diverbio con il responsabile della Caritas, si recò a Monteforte Irpino per recuperare dei martelli. Ma dopo averne sottratti due in esposizione nel negozio cinese di Alvanella, in preda ad un raptus, iniziò a colpire dapprima gli scaffali, poi un cliente 49enne bulgaro, Tsankov Krasimir Petrov ed infine il 56enne Gao Yuancheng.

Omicidio Monteforte Irpino, l’assassino fa scena muta

Emergono nuovi dettagli sull’omicidio di Gao Yuancheng, il commerciante cinese ucciso a martellate nel suo negozio a Monteforte Irpino. Il 24enne accusato di omicidio aggravato si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio svolto nei giorni scorsi. Avrebbe sostenuto di non ricordare nulla di quanto accaduto lo scorso sabato mattina. Dunque, per il suo avvocato difensore il 24enne non è in grado di sostenere l’interrogatorio. Il legale ha chiesto la perizia psichiatrica sul ragazzo.

Articoli correlati

Back to top button