Curiosità

Milly D’Abbraccio, l’ultima pornostar è avellinese

AVELLINO. In pochi non conoscono questo nome “Milly D’Abbraccio”, un nome che poco a poco si è ritagliato il suo spazio in questa penisola, un vero e proprio simbolo d’arte che appartiene ad una bellissima avellinese, Emilia Cucciniello. Milly nasce nel ‘64 presso il Capoluogo irpino e fin da piccola mostra una grande attitudine al mondo dell’arte e del cinema, oltre che una bellezza capace di far perdere la testa a chiunque. Questa sua incommensurabile passione per l’arte, si tramuta in realtà in giovanissima età, quando in punta di piedi entra nel mondo dello spettacolo con il teatro ed il cinema. In quegli anni di affermazione e di grande energia, Milly riusce a vincere il concorso “Miss Teenager Italy”, questa vittoria la porta a partecipare a numerose pellicole Tv come: “Galassia 2” con Alba Parietti e “Vendette” con Rosa Fumetto e Paolo Mosca. Man mano che passa il tempo, il suo nome cresce, sia nel mondo della televisione che nel mondo del teatro e cinema, questo successo le permette di recitare accanto a grandi personaggi tra i quali Jonny Dorelli e Roberto Benigni, Lando Buzzanca, e Amedeo Nazzari.

Tra i suoi diversi ruoli, ricordiamo quello di Monique nel film-commedia di Luciano Salice, “Vediamoci Chiaro” o quello di Maria nel film di azione, “Meglio baciare un cobra”. Solo nel ‘92, questo suggestivo fiore della conca avellinese, decise di dedicarsi al mondo dell’hard lasciando conseguentemente una carriera da attrice che l’aveva vista partecipare a dei titoli magistrali come “La Traviata” di Franco Zaffirelli. Accetta, dunque, l’offerta del fu Riccardo Schicchi ed entra a far parte di uno dei più importanti roster pornografici che abbiamo avuto in Italia, Diva Futura. Dopo solo un breve periodo in questo nuovo e vastissimo settore, la bella Milly finisce per invadere tutti i rotocalchi, fa discutere e incuriosire gli italiani, anche la sua relazione con l’ex Ministro, Vittorio Sgarbi. Nella sua lunga e produttiva carriera nel mondo dell’hard, negli anni 2000 ricordiamo film straordinari del calibro di: “La professoressa di lingue” o “L’onorevole” diretti dal grande Steve Morelli, ma le grendi pellicole, quelle che hanno fatto la storia, sono altre.

L’esperienza politica

 

Milly racchiude in se lo sguardo da eroina, una donna energica, tenace, con una mentalità devota alla produttività e al successo. La sua forza d’animo e il suo amore per l’Italia, la porta a candidarsi per il X Municipio di Roma (ora divenuto VII) alle elezioni del 2008. Nella sua esperienza politica, Milly ha avuto modo di relazionarsi con la comunità capitolina, portando così in trionfo le sue onorevoli origini. In quel periodo, la sua esperienza politica termina a causa delle sue mancate elezioni, anche se (con 19 preferenze) è risultata essere la 5a candidata del PSI. Nella sua vita privata, coloro che la adorano non possono fare a meno di ammirarla per la sua schiettezza e la sua straordinaria promiscuità a livello sessuale. Nel corso di un’intervista del 2010, in uno spettacolo tenutosi a Catania, la leggendaria Milly fa coming-out dichiarando di essere attratta dalle donne, tornando così alla ribalta a seguito di un efferato litigio avuto ad “X-Factor” con la compagna di Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo. La dichiarazione della sua omosessualità, avvenne proprio nello stesso periodo in cui Milly litigò pesantemente con la cantante laziale a seguito dell’esclusione della cantante che proponeva ad “X-Factor”, Martin J. Cambi. Pare che ai tempi, la disputa sia insorta a causa del fatto che Milly aveva notato la dicitura “lesbica” su uno dei fogli della giuria dopo la sua esibizione. Per Milly quello era l’emblema del pregiudizio che aleggia attorno al mondo dello spettacolo e a quello della musica, per una donna così frizzante e sanguigna era decisamente troppo. Un’altra parentesi politica di Milly è stata quella di Monza nel 2012, dove durante la corsa elettorale per le Amministrative, ha deciso di fare dietro front e di candidarsi come primo cittadino di Torre del Greco, dove per la mancanza di «un gruppo forte»,  rinuncia a concorrere.

L’energia che ha messo all’interno della sua carriera di attrice e all’interno di tutte le sue attività, sono il marchio di fabbrica di una donna profondamente radicata nella terra del lupo. L’eredità avellinese sprizza da tutti i pori della seducente Milly, i suoi compaesani le donano quotidianamente tutta la stima e l’amore che merita. In un’intervista rilasciata al quotidiano online IlGiornale,  Milly ha riassunto in pochissime frasi il motivo di tanta fama e la sua visione del futuro per il mondo femminile nel porno internazionale: «Moana è morta. Cicciolina ha smesso. Sono rimasta solamente io. Persino Rocco ha gettato la spugna. Gli uomini nel porno effettivamente a cinquant’anni diventano vecchi, mentre noi donne diventiamo milf. Grazie a questa categoria, sono nel mio periodo migliore».

Articolo a cura di Antonio Bassano

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button