Cronaca

Mercogliano, follia a Capodanno: ragazzo accoltellato dopo la festa

La comunità di Mercogliano è sotto shock per l’aggressione di Capodanno quando un ragazzo di 20 anni è stato accoltellato. Il giovane R.B. è stato aggredito nella mattinata di domenica 1 gennaio da due fratelli, L.S. e D.S., rispettivamente 23 e 30 anni e da N.I., loro amico, 23enne, tutti residenti ad Avellino come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Capodanno, ragazzo di Mercogliano accoltellato e ridotto in fin di vita

L.S. e N.I. si sono costituiti in Questura e sono stati trasferiti in carcere. Per D.S., invece, è stata disposta la misura degli arresti domiciliari. In casa gli agenti hanno trovato della droga. Il giovane è stato anche denunciato con laccusa di tentato omicidio, medesima ipotesi di reato per i due ora in carcere mentre la vittima, R.B., lotta tra la vita e la morte. Una folla aggressione per futili motivi dopo i festeggiamenti di Capodanno.

L’aggressione

L’aggressione è scattata nella mattinata di domenica 1 gennaio, alle 7 di mattina, quando il 20enne è stato raggiunto dai fendenti nel parcheggio di un bar di Torrette di Mercogliano. Lo hanno colpito al al collo, all’addome, al torace e alla schiena e ora il giovane si trova ricoverato in Rianimazione all’ospedale Moscati di Avellino dove è stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico per la suturazione di una arteria.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button