Giovane medico trovato morto a Villanova del Battista: il cordoglio sui social

medico-morto-villanova-del-battista-ersilio-picariello

Tragedia a Villanova del Battista: ecco chi è il medico di 28 anni, originario di Taurasi, trovato morto nella sede della locale guardia medica

Tragedia a Villanova del Battista: ecco chi è il medico di 28 anni, originario di Taurasi, trovato morto nella sede della locale guardia medica. Il cordoglio del presidente dell’ordine dei medici Francesco Sellitto

Medico morto a Villanova del Battista: il nome

La vittima è Ersilio Picariello, 28 anni, morto durante il servizio notturno alla guardia medica. Il corpo del giovane dottore, originario di Taurasi, è stato ritrovato in tarda mattinata.

Il messaggio di cordoglio

Il presidente dell’ordine dei medici Francesco Sellitto ha espresso il proprio cordoglio per la prematura scomparsa di Ersilio Picariello

Questa sera piangiamo la scomparsa di un giovane collega trovato morto da solo come un cane nel presidio di guardia medica dì Villanova del Battista. Aveva solo ventotto anni, stringiamoci al papà medico al P.O.di Sant’Angelo e alla mamma MMG a Taurasi. Questa tragedia ancora di più ci deve dare la forza di opporci all’assurdità dei tirni singoli in guardia.

La tragedia

Il corpo, dopo un primo esame esterno, non presenterebbe segni di violenza. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino. Indagini in corso.

Il cordoglio sui social

Oggi Taurasi è una comunità stordita da un dolore innaturale: la morte prematura e improvvisa di un medico ventottenne, figlio del primario anestesista facente funzioni all’ospedale Criscuoli’ di Sant’Angelo dei Lombardi e candidato, la scorsa primavera, alla carica di sindaco del borgo del Medio Calore.

«Tutta la cittadinanza è rimasta colpita dalla prematura scomparsa di Ersilio Picariello – ha dichiarato Antonio Tranfaglia, sindaco di Taurasi – Ci stringiamo al dolore della sua famiglia».

Il dolore ha ammutolito chiunque nella cittadina dell’Aglianico. La notizia ha raggelato gli animi di chi ha visto crescere Ersilio Picariello nel budello dei vicoletti del centro storico. È stata una sferzata che ha scosso e annientato in pochi secondi un paese intero. «Non ci posso credere. Non ci posso ancora credere – ripete tra le lacrime Angelo M. – Non si può morire così a ventotto anni. Non ci resta che pregare per Ersilio, e per i genitori. Come si daranno conforto»

TAG