Cronaca

Colpì la ex a martellate: condannato a 13 anni Gerardo Galluccio

Colpì la ex a martellate: condannato a 13 anni Gerardo Galluccio. Era il 18 settembre del 2018 quando il 57enne avellinese aggredì la 37enne Marzena Trznadel, che sopravvisse per miracolo.

Provvidenziale l’intervento dell’ex calciatore dell’Avellino Raffaele Biancolino che si precipitò fuori dal negozio che gestisce insieme alla moglie e riuscì a togliere l’arma dalle mani dell’uomo.

Martellate alla ex: Gerardo Galluccio condannato a 13 anni

La vittima aveva anche raccontato delle violenze fisiche e psicologiche subite da anni, e che quello di Corso Europa non era stato il primo episodio del genere. Già nell’agosto del 2018, nell’androne del portone dello stabile dove abitavano, Galluccio aveva colpito la donna, e sua figlia, con una bottiglia di vetro.

Una vita rovinata

Intervistata da Le Iene, che si recarono in ospedale pochi giorni dopo l’episodio, Marzena raccontò di come le lesioni riportate a seguito dell’aggressione non le avrebbero consentito di proseguire il suo lavoro di badante, e che avrebbe dovuto sottoporti ad un intervento chururgico per porre fine ai dolori lancinanti che la tormentavano dal giorno dellaggressione.

Articoli correlati

Back to top button