Cronaca

Maltrattamenti e abusi in asilo a Solofra, parla il legale di un’insegnante: “Nei video non c’è nulla”

Maltrattamenti e abusi sessuali sui bimbi dell’asilo a Solofra. Il legale di uno degli insegnanti coinvolti nello scandalo, ha affermato che nei video non c’è nulla.

Maltrattamenti e abusi in asilo a Solofra, parla il legale

“Nei video non ho visto né minacce né schiaffi”. Lo dichiara Gaetano Aufiero, uno dei legali delle insegnanti travolte dall’inchiesta dei Carabinieri su presunti maltrattamenti e abusi in un asilo di
Solofra. “Non ho trovato nemmeno tracce di palpeggiamenti”, prosegue Aufiero che, in
giornata, è riuscito a far convertire in obbligo di firma gli arresti domiciliari a cui era stata sottoposta la sua assistita.

L’avvocato ha anche avuto modo di visionare i filmati delle telecamere piazzate dai Carabinieri all’interno dell’istituto e sulle scorte di cui sono state emesse le misure cautelari.
“Nei video non si sente un suono o una voce o una parola – spiega. Non ho riscontrato nulla di quello che leggo nell’ordinanza cautelare, né ingiurie né minacce. Non dubito di quello che dicono i Carabinieri, ma non posso dubitare nemmeno dei miei occhi”.

Nessuna traccia di aggressioni, dunque, secondo il legale dell’insegnante 66enne, ma non emergerebbero nemmeno i presunti abusi sessuali su un minore. “Io ho visto i video per non più di tre quarti d’ora o un’ora. Questi presunti palpeggiamenti che, non ho riscontrato, sarebbe avvenuti in classe con altri 20 bambini presenti e anche un’altra insegnante, ma non ho visto alcun palpeggiamento”.

Articoli correlati

Back to top button