Cronaca

Il marito di Lucia Furno: “Non voglio vendetta ma chi ha ucciso Lucia ha cancellato la gioia”

Lucia Furno morta a Mercogliano: il dolore del marito Pasquale Porcile. "Amava troppo i suoi pazienti e non riusciva a staccarsi mai da loro"

È addolorato Pasquale Porcilemarito di Lucia Furno, la dottoressa investita in via Ramiro Marcone a Mercogliano dieci giorni fa. “Ciò che è successo ha infranto i nostri sogni. Porterò a termine il desiderio di mia moglie: realizzare una residenza per anziani a San Leucio del Sannio nella casa di sua proprietà. Lo voleva tanto per aiutare i suoi vecchietti” spiega l’uomo a Il Mattino.

Lucia Furno morta a Mercogliano: il dolore del marito Pasquale Porcile

Non riesco a provare odio per quella persona e non ho desiderio di vendetta. E che ha cancellato la gioia. Lascio alla Magistratura fare il suo percorso – dice il dottore Porcile – È come se fossi distaccato da questa situazione. A me interessava solo raggiungere la pensione con mia moglie e stare insieme”.

Nel ricordo del marito la passione per la professione di medico di Lucia Furno, una vita dedicata ad assistere gli altri, soprattutto gli anziani. Era sempre pronta e disponibile in qualsiasi momento della giornata.

Il ricordo

Tra qualche anno – riprende Porcile – mia moglie sarebbe andata in pensione e avrebbe abbandonato l’attività. Anche se lei non era tanto convinta di questo. Amava troppo i suoi pazienti e non riusciva a staccarsi mai da loro. Quando andavamo in vacanza, Lucia anche in spiaggia non riusciva a chiudere il telefono. Rispondeva sempre ai suoi pazienti e mi diceva hanno bisogno di me’.

Non penso ci sia un’altra persona che possa fare questo. Voleva molto bene ai suoi pazienti. Amava i suoi vecchietti. Si prodigava sempre per aiutarli, li seguiva e non riusciva ad abbandonarli. C’erano persone che le telefonavano più volte in una giornata e lei era sempre presente, rispondeva a tutti. Lei diceva sono persone che soffrono. Mia moglie era così. E ora non riesco ancora a tornare a casa. C’è tutto di noi lì. Anche questo dovrà essere superato. Poi affronteremo altre cose”.

Articoli correlati

Back to top button