Curiosità

“Liberi sognatori”, la fiction mediaset sul delitto di Mario Francese

CURIOSITA’. Questa sera, 21 gennaio, va in onda su canale 5, la fiction dal titolo Liberi sognatori – Delitto di Mafia, che ha come protagonista Mario Francese (interpretato da Claudio Gioé), un cronista de ‘Il Giornale di Sicilia’, che alla fine degli anni ’70 denuncia le mani della mafia sugli enormi appalti pubblici siciliani.

 

La storia di Francese

 

Mario Francese inizia la carriera come telescriventista dell’Ansa, poi collabora come giornalista e scrive per il quotidiano ‘La Sicilia’ di Catania. Successivamente, viene assunto dall’ufficio stampa dell’assessorato ai Lavori Pubblici della Regione Sicilia. È il 1958. Contemporaneamente intraprende una collaborazione con ‘Il Giornale di Sicilia’ di Palermo. Nel 1968 si licenzia dalla Regione per dedicarsi completamente al giornale, dove si occupa della cronaca giudiziaria, entrando in contatto con il mondo della mafia. Quando diviene giornalista professionista si occupa della Strage Ciaculli, del processo ai Corleonesi del 1969 a Bari, dell’omicidio del carabiniere Giuseppe Russo ed è l’unico giornalista che intervista la moglie di Totò Riina, Antonietta Bagarella. La sera del 26 gennaio del 1979, viene assassinato a colpi di pistola, a Palermo, davanti casa sua. Il delitto resta senza colpevoli. Circa 20 anni dopo, il figlio di Mario Francese, Giuseppe anche lui giornalista al giornale di Sicilia – interpretato nella fiction da Marco Bocci – decide di far riaprire il caso, studiando gli articoli del padre per trovare nuove prove.

Articolo a cura di Rosa Melillo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button