Cronaca

Carcere di Lauro, sequestro di telefono e caricabatteria

Ennesima operazione della Polizia Penitenziaria, sequestro di telefono e caricabatteria nel carcere di Lauro trovati nella stanza di una detenuta. Gli apparecchi sono stati scovati in seguito ad una perquisizione. Lo riporta il Mattino.

Lauro, sequestro di telefono e caricabatteria nella stanza di una detenuta

Ennesima operazione della Polizia Penitenziaria, sequestro di telefono e caricabatteria nel carcere avellinese trovati nella stanza di una detenuta. Gli apparecchi sono stati scovati in seguito ad una perquisizione. I fatti sono avvenuti nella mattinata di ieri, mercoledì 23 novembre. Avviata un’indagine interna per capire come la donna, madre di un bambino, si sia procurata l’apparecchio telefonico.

L’episodio è stato denunciato dalla Fp Cgil Polizia Penitenziaria: “Il rinvenimento – afferma Orlando Scocca – è stato effettuato dal sostituto commissario Felice Galeotalanza e dagli altri agenti di Polizia Penitenziaria i quali, durante una perquisizione ordinaria nella stanza della detenuta, hanno scovato il telefonino ancora collegato al caricabatteria. Al momento della perquisizione il bambino non era con la madre”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button