Cronaca

Pesa 240 chili e va in arresto cardiaco, miracoloso l’intervento del 118 riesce a salvarlo in tempo

Paziente obeso (pesava 240 chili) e cardiopatico va in arresto cardiaco a Lacedonia: miracoloso l’intervento del 118 che lo ha salvato in tempo. I fatti sono avvenuti nella giornata di ieri, sabato 6 luglio. Lo riporta Ottopagine.

Lacedonia, paziente obeso va in arresto cardiaco: salvato dal 118

Ieri, il personale dell’Emergenza Territoriale 118 dell’ASL Avellino, diretto da Mario Nicola Vittorio Ferrante, ha affrontato una difficile operazione di soccorso nel comune di Lacedonia, che ha messo alla prova le competenze e le risorse del servizio. L’intervento è stato avviato dalla Centrale Operativa Territoriale, che ha attivato la postazione mobile di emergenza territoriale 118 di Bisaccia, comprendente un team di soccorso con un leader, un infermiere e un autista, per assistere un paziente obeso e cardiopatico in una zona rurale.

L’intervento tempestivo dei soccorsi

All’arrivo sul posto, il personale ha trovato il paziente, un uomo di circa 240 kg, in gravi condizioni di salute. L’uomo era affetto da dispnea e ipotensione e presentava una situazione clinica critica. Dopo aver somministrato i primi soccorsi, l’equipe ha effettuato un elettrocardiogramma, inviato poi al medico della Cardiologia del Presidio Ospedaliero di Ariano Irpino. Il referto ha confermato la presenza di una fibrillazione atriale ad alta risposta ventricolare, condizione preesistente.

Considerata la complessità del caso, la Centrale Operativa ha rapidamente organizzato il supporto necessario, inviando un’ambulanza medicalizzata PSAUT da Vallata, un’ambulanza bariatrica STIE da Frigento e contattando i vigili del fuoco del distaccamento di Bisaccia per garantire un trasferimento sicuro e adeguato.

Il trasferimento del paziente, a causa delle sue dimensioni e della sua instabilità clinica, ha comportato notevoli difficoltà. Con l’aiuto di mezzi agricoli e dei vigili del fuoco, il paziente è stato trasportato dal domicilio all’ambulanza bariatrica. Una volta a bordo, il Dott. Grande, dopo aver consultato nuovamente il cardiologo, ha somministrato una terapia adeguata e disposto il trasferimento del paziente in ambiente ospedaliero protetto.

Il trasporto in ospedale

Durante il trasferimento, il paziente ha subito più arresti cardiaci che sono stati trattati farmacologicamente dal personale medico. Grazie all’intervento tempestivo e professionale, l’uomo è stato successivamente ricoverato presso l’ospedale di Ariano Irpino per ricevere le cure necessarie.

Questo intervento sottolinea non solo la preparazione e la dedizione del personale del 118, ma anche l’importanza della collaborazione tra diverse unità di emergenza per far fronte a situazioni di estrema complessità.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio