Cultura ed eventiMusica

Jazz all’ombra del Campanile: cibo e musica nel centro storico di Caposele

CAPOSELE. Tra le cantine del centro storico di Caposele, la buona musica Jazz incontra l’eccellenza dei vini irpini e la tradizione culinaria caposelese.

Mancano pochi giorni alla sesta edizione di “Jazz all’ombra del Campanile“, la manifestazione che celebra la musica jazz e i prodotti tipici del territorio, in programma per giovedì 23 agosto 2018.

Jazz all’ombra del Campanile: gli artisti

Due gruppi musicali si alterneranno sul palco in pietra, scavato tra le rocce ai piedi del secolare campanile, sentinella del Sele. Alle ore 21.00 si esibirà il duo Amato Castiglione, con Alessandro Castiglione alla chitarra e Giovanni Amato alla tromba- filicorno- tastiere.

Giovanni Amato è da anni punta di diamante del jazz made in Italy, è oggi considerato dalla critica del settore, uno dei migliori trombettisti a livello europeo. Le sue doti lo hanno portato ad affiancare tanti illustri musicisti nazionali ed internazionali. Attualmente è in tourneè con Mario Biondi ed altri artisti.

Alessandro Castiglione, dopo la collaborazione con Daniele Sepe, Pino Daniele, Litfiba, Dalla ed altri grandi interpreti della musica jazz, entra nel gruppo degli Almamegretta. L’attuale collaborazione musicale continua con Dario e Sandro Deidda, Stefano Di Battista ed altri musicisti Italiani ed internazionali.

Si succederanno sul palco i Djazz. Sono un quartetto dall’innovativo sound electro swing. Proporranno musica elegante e raffinata, ma che riesce ad essere anche energica e coinvolgente. Alberto della Monica, sassofonista. Lory Casella, voce. Al piano e ai Synth, troviamo Giuseppe Lettieri, ma la parte elettronica e caratterizzante della band è affidata a Vincenzo Turi, dj e producer.

Sonorità musicali e prodotti tipici

Come ogni anno, la manifestazione vuole celebrare lo straordinario connubio tra sonorità musicali di alto livello e le tipicità culinarie ed enogastronomiche locali, dell’Irpinia e dell’intera Valle del Sele. Si è scelto di incentrare buona parte della manifestazione sui vini, perché attraverso il vino è possibile valorizzare congiuntamente una vasta gamma di prodotti tipici locali che, contribuiscono a determinare l’identità e le tipicità culinarie di un territorio e che possono costituire uno degli elementi trainanti per la sua promozione.

Un’importante occasione per riportare l’attenzione attorno alla risorsa “prodotti tipici” coinvolgendo gli amanti della buona musica, della convivialità, e un food&beverage di qualità, produttori, ristoratori, operatori, istituzioni culturali, con l’obiettivo di valorizzare le risorse turistico-culturali e le produzioni enogastronomiche del territorio.

Abbiamo a Caposele, in Irpinia, un’area ricchissima di prodotti tipici che confluiscono in una cucina semplice e gustosa, frutto della tradizione e dell’ingegno, per cui, dopo aver presentato i Muffletti e gli Amaretti alla nocciola, quest’anno i riflettori saranno puntati su di un altro PAT caposelese: le Matasse, la regina tra le paste fatte a mano delle tavole caposelesi. Non mancheranno i taglieri con salumi e formaggi unicamente prodotti da produttori locali, ovviamente il tutto abbinato sapientemente ai vini, presentati direttamente da alcune aziende produttrici provenienti dall’Irpinia, ma non solo.

La serata si svolgerà dunque, mantenendo intrinsecamente connesso il momento della degustazione al momento musicale e si impegnerà a coinvolgere oltre alle associazioni, anche le imprese agroalimentari ed enologiche del territorio locale che in questa occasione potranno mettere in mostra le loro migliori produzioni in uno scambio virtuoso di esperienze, ma anche con la volontà e l’auspicio da parte degli organizzatori della manifestazione di promuovere l’economia e l’enogastronomia locale.

ESTATE 2018 IN IRPINIA: EVENTI E SAGRE AD AVELLINO E DINTORNI

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button