Cronaca

Isochimica, familiari delle vittime: “Il processo torni ad Avellino”

Isochimica, palloncini alla memoria: il processo ritorni ad Avellino

AVELLINO. Ventitré palloncini bianchi per ricordare i 23 operai vittime della fabbrica Isochimica di Borgo Ferrovia e chiedere che il processo ritorni ad Avellino da Napoli.

L’iniziativa

L’iniziativa voluta da Annalisa Massidda, compagna di Alessandro Manganiello, ex operaio dell’azienda di Elio Graziano che scoibentava carrozze ferroviarie deceduto a 67 anni nel febbraio del 2016, ha rilanciato la richiesta di riportare ad Avellino il processo, trasferito a Napoli nell’aula bunker di Poggioreale per motivi logistici, per consentire alle 253 parti civili costituite di essere presenti alle udienze.

I familiari degli operai deceduti hanno anche espresso timori sul rischio prescrizione che potrebbe cadere sul processo, (presidente Sonia Matarazzo, giudici a latere Gennaro Lezzi e Pierpaolo Calabrese), nel quale compaiono 26 imputati che a vario titolo devono rispondere di omicidio colposo plurimo, lesioni dolose, concorso in disastro ambientale e omissione di atti d’ufficio. Dal processo è uscito Elio Graziano, scomparso il 4 marzo dello scorso anno all’età di 85 anni. Intanto l’udienza programmata per oggi è saltata a causa dell’astensione degli avvocati. Sui tempi della prescrizione, i legali delle parti civili mostrano comunque un «prudente ottimismo».

La decorrenza della prescrizione, nel caso Isochimica scatterebbe a partire dal 2012 quando gli accertamenti strumentali dell’Inail evidenziarono la presenza delle patologie asbesto correlate in 156 ex operai. I tempi entro i quali concludere i tre gradi del processo per evitare che scatti la prescrizione, vanno dai 7 anni e mezzo ai 15 anni, in base alla lettura e alla interpretazione della norma. La prossima udienza del processo Isochimica è fissata per il 23 marzo prossimo, mentre sono state calendarizzate due udienze nei successivi mesi di aprile e maggio, e due nel mese di giugno.

 

FONTE il Mattino

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto