L’Irpinia ha il suo Registro tumori, sì all’accreditamento

I dati del Registro Tumori provinciale saranno presentati dall’ASL di Avellino durante una manifestazione pubblica che sarà organizzata dall’Azienda nelle prossime settimane

AVELLINO. La Commissione di accreditamento Airtum (Associazione Italiana Registro Tumori), a seguito di una valutazione molto positiva del lavoro svolto dall’ASL di Avellino, ha rilasciato l’accreditamento ufficiale del Registro Tumori provinciale. La notizia sarà resa nota in occasione del Convegno Nazionale Airtum, che si terrà a Venezia dall’11 al 13 aprile 2018.

Cos’è il Registro tumori?

Il Registro Tumori rappresenta uno strumento fondamentale per monitorare nel tempo l’andamento della patologia oncologica sul territorio; tale monitoraggio si realizza attraverso la raccolta, codifica, elaborazione ed analisi di tutte le informazioni relative ai casi di tumore che vengono diagnosticati alle persone residenti nella provincia di Avellino.

Due elementi contraddistinguono l’attività del Registro Tumori: la continuità nel tempo della rilevazione ed il riferimento all’intera popolazione residente nell’area monitorata; tali caratteristiche consentono di avere un quadro reale, dinamico e di insieme del problema oncologico del territorio di riferimento, sia in termini di patologia oncologica rilevata nel tempo, sia di interventi messi in atto per contrastarla, sia degli esiti che l’intero sistema diagnostico curativo messo in campo riesce a produrre.

Il Registro rappresenta la struttura di epidemiologia oncologica sul territorio con il compito di mettere tra loro in correlazione i vari e molteplici flussi informativi  in campo sanitario con l’obiettivo di fornire informazioni di servizio, agli operatori sanitari e di governo ai responsabili della programmazione sanitaria.

I dati del Registro Tumori provinciale saranno presentati dall’ASL di Avellino durante una manifestazione pubblica che sarà organizzata dall’Azienda nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti anche: “Mi voglio bene”, screening gratuiti in Campania

TAG