Cronaca

Investita dalla fiammata di una stufa a pellet: Anna respira ma c’è ancora da lottare

Migliorano le condizioni di Anna Sperduto, la 35enne commerciante di Avellino investita dalla fiammata di una stufa a pellet: respira da sola

Migliorano le condizioni di Anna Sperduto, la 35enne commerciante di Avellino investita dalla fiammata di una stufa a pellet: respira da sola ma contro le ustioni c’è ancora da lottare. Secondo quanto riportato dal Mattino, ora è ancora sotto osservazione al Cardarelli.

Investita dalla fiammata di una stufa a pellet: Anna respira

I medici del Cardarelli di Napoli, dove si trova ricoverata, stanno monitorando le gravi ustioni su viso, collo e braccia della giovane. L’altro ieri Anna è stata estubata e ha iniziato a respirare autonomamente. Un piccolo segnale di ripresa che fa ben sperare.

L’evento

La 35enne era a casa e stava per accendere la stufa a pellet quando all’improvviso un ritorno di fiamma l’ha travolta in pieno provocando gravi ustioni al viso, al collo e alle braccia. Ad allertare i soccorsi è stata un’amica. Le sue condizioni ai sanitari del 118 sono apparse subito molto critiche. Anna Sperduto è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Moscati. Qui, i camici bianchi dopo averla stabilizzata e intubata, hanno deciso il trasferimento al Centro Grandi Ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Tutta l’Irpinia spera in una pronta guarigione

Tutta l’Irpinia spera in una pronta guarigione. La folta pattuglia di persone, che ogni giorno aumenta, continua a scrivere messaggi di vicinanza sui social media. Anche la Curva Sud tifa per Anna. I supporter hanno postato una foto su Facebook che ritrae un grosso striscione sul quale è scritto: Anna non mollare!

Articoli correlati

Back to top button