Cronaca

Inquinamento in Irpinia, sotto accusa gli impianti di risacaldamento

Inquinamento in Irpinia, nuove regole sull’utilizzo degli impianti di riscaldamento. Nel nuovo protocollo d’intesa sottoscritto dai sindaci dell’area vasta, è stato stabilito che alla soglia dei 15 sforamenti verrà ordinata una riduzione dell’orario di accensione a 2 ore al giorno rispetto alle attuali 12.

Inquinamento in Irpinia, sotto accusa gli impianti di risacaldamento

Finalmente i sindaci dei comuni dell’area vasta si sono assunti i propri impegni per far fronte all’emergenza smog in provincia di Avellino.

Nuove regole

L’obiettivo del nuovo protocollo di intesa è la riduzione delle emissioni provenienti dagli impianti di riscaldamento e dall’abbruciamento dei residui vegetali.

Alla soglia limite dei 35 sforamenti, la riduzione dell’orario di accensione sarà a 4 ore.

Inoltre, a rotazione, per due giorni a settimana, verrà istituito il divieto di bruciare i residui vegetali nei propri territori, con il blocco totale nel periodo estivo.

Articoli correlati

Back to top button