Cronaca

Incidente stradale a Montemarano: Molisse caduto sui rami prima di finire sulle rocce

Tragico incidente stradale a Montemarano, a perdere la vita Carmine Molisse, 52enne dipendente del Comune di Serino, e Antonio De Feo, 64enne, titolare di una macelleria a San Michele di Serino.

Incidente stradale a Montemarano: i nomi delle vittime

L’incidente si è verificato ieri mattina a Montemarano, dove per cause ancora in fase di accertamento, 4 auto si sono scontrate.



I soccorsi

Nulla da fare per Carmine Molisse, 52 anni, e Antonio De Feo 64 anni(entrambi di Serino, che si erano fermati per soccorrere un automobilista in panne), investiti e sbalzati giù dal ponte. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Montella, anche per stabilire l’esatta dinamica del sinistro.

L’inchiesta

La Procura di Avellino ha deciso di aprire un’inchiesta sulla tragedia avvenuta questa mattina, lungo l’Ofantina, poco prima dello svincolo di Montemarano, in cui hanno perso la vita Carmine Molisse, 52enne dipendente del Comune di Serino, e Antonio De Feo, 64enne, titolare di una macelleria a San Michele di Serino.

Le dinamiche

I due erano diretti verso i boschi del monte Terminio, quando si sono fermati per soccorrere un’auto rimasta in panne. Pochi istanti e sono stati travolti e sbalzati giù dal viadotto da un’altra auto che procedeva nella stessa direzione.

La tragedia

«Lesioni provocate in parte anche dall’impatto al suolo». Probabilmente decisive. È quanto emergerebbe dall’autopsia effettuata ieri dal medico legale, Fabio Policino, sui corpi di Carmine Molisse e Antonio De Feo. Per il resto bisognerà attendere per avere i risultati di tutti gli accertamenti.

Comunque emerge, nel decesso dei due uomini di domenica scorsa sull’Ofantina, l’importanza in negativo del volo tanto quella dell’impatto con la loro auto, urtata da un’altra vettura mentre era ferma sul ciglio della strada, visto che le vittime erano impegnate ad aiutare un altro automobilista rimasto in panne. I due amici di Serino sono caduti giù per oltre trenta metri.

Entrambi finiti su alcune pietre, ma pare che Carmine sia prima atterrato su albero che poi si sarebbe spezzato. Il dipendente comunale è quindi piombato su quelle rocce.

I funerali

Le salme sono state liberate e consegnate ai familiari per svolgere le esequie. Funerali che verranno celebrati congiuntamente a Serino, presso il mercato coperto oggi alle 14.

Articoli correlati

Back to top button