Cronaca

Inchiesta rifiuti in Irpina: più di 70 gli indagati

CHIUSANO DI SAN DOMENICO. La cava di Chiusano, sequestrata pochi giorni fa, non sarebbe l’unico stabilimento coinvolto nell’inchiesta della Dda di Napoli, che ha coinvolto l’avellinese. Più di settanta sono, infatti, gli indagati per traffico illecito di rifiuti.

La vicenda

I carabinieri del Noe di Salerno e della polizia ambientale e forestale di Avellino hanno messo i sigilli all’area di oltre 86mila metri quadrati.

Nel mirino della Procura una presunta gestione abusiva di rifiuti speciali non pericolosi, oltre 55mila tonnellate.

L’inchiesta

Al centro dell’inchiesta affidata a Giuseppe Visone, esperto in reati ambientali e urbanistici, c’è il trattamento di migliaia di tonnellate di rifiuti, che non rispetterebbe il protocollo previsto. Un tema, quello dello smaltimento dei rifiuti, particolarmente caldo in Campania dopo l’inchiesta di Fanpage, “Bloody Money”.

Si parla anche di rifiuti speciali, per un ipotetico giro di centinaia di migliaia di euro:  attività illecite che sarebbero riconducibili agli oltre settanta indagati.

 

FONTE Ottopagine

Articoli correlati

Back to top button