Cronaca

Inchiesta baby prostitute, il consulente patteggia

AVELLINO. È stato condannato a due anni di reclusione con pena sospesa, Pino Roselli, il consulente del lavoro finito nell’inchiesta delle baby prostitute del circolo L’Incontro di Avellino.

La sentenza per Roselli, coinvolto nel giro

Ieri, al tribunale di Napoli, dinanzi al giudice per l’udienza preliminare Claudio Marcopidio, l’avvocato Gaetano Manzi – legale di Roselli – ha discusso il patteggiamento per il suo assistito. Secondo la pubblica accusa, Roselli avrebbe avuto dei rapporti sessuali con minorenni dietro pagamento di denaro.

Il difensore del 52enne si dice soddisfatto dal risultato ottenuto ieri: «A Roselli venivano contestati alcuni incontri con una sola ragazza di 17 anni – ha commentato l’avvocato Manzi– minore età che non ha mai intuito e neanche sospettato, avendo conosciuto la giovane donna quando lavorava nell’esercizio commerciale gestito da DeVito».

L’inchiesta baby prostitute e gli altri due indagati

Verranno discussi, il prossimo 26 febbraio,  gli abbreviati per gli altri due imputati dell’inchiesta baby prostitute: il 70enne Federico De Vito, gestore del circolo privato L’Incontro di via Vasto e l’85enne Mario Luciano, imprenditore nel settore automobilistico.

(fonte Il Mattino)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button