Cronaca

Inchiesta Aias / Noi con loro: revocate misure ai Preziuso

AVELLINO. Il tribunale del Riesame ha revocato ieri le misure cautelari a carico di Massimo Preziuso, agli arresti domiciliari, e Marco, Annamaria e Carmine Preziuso, sottoposti all’obbligo di firma, tutti indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle due onlus irpine Aias e Noi con loro.

L’accusa

Stando a quanto sostenuto dall’accusa, Massimo Preziuso avrebbe ideato e realizzato “fatture false e movimentazioni bancarie volte a celare, attraverso bonifici e prelievi di contante, l’origine del danaro sottratto”. Gli altri, invece, Annamaria, Marco e Carmine Preziuso sarebbero “gli esecutori materiali dei progetti criminali del loro congiunto Massimo Preziuso e di Gerardo Bilotta”.

La difesa

I legali difensori dei Preziuso hanno presentato delle memorie difensive, focalizzandosi anche sulle modalità con le quali Aias riceveva dalla Regione dei rimborsi e non dei finanziamenti, come invece sostento dall’accusa.

Soldi che, secondo la difesa, non potevano dunque essere oggetto di malversazione, proprio il reato contestato ai Preziuso. Ora la Procura potrebbe impugnare la decisione del Riesame in Cassazione.

Oggi al Riesame la posizione di Gerardo Bilotta.

Articoli correlati

Back to top button