Cronaca

IIA, i sindacati incontrano il vice premier Lugi Di Maio, in visita a Caivano.

AVELLINO. Il segretario generale della Cgil di Avellino, Franco Fiordellisi, il segretario nazionale Fiom, Michele De Palma, il segretario generale Fiom Avellino, Giuseppe Morsa, e la rsa Fiom, Italia D’Acierno, incontrano il vice premier Lugi Di Maio in visita oggi a Caivano

“Con una delegazione delle lavoratrici e dei lavoratori di Industria Italiana Autobus di Flumeri – dicono – abbiamo incontro il vice premier e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, il quale ha annunciato che da domani l’azienda provvederà al pagamento degli stipendi“.
“La Fiom e la Cgil hanno ribadito la preoccupazione per la ricapitalizzazione dell’azienda ed il rischio chiusura dell’attuale proprietà, rimarcando ancora una volta la necessità di partecipazioni pubbliche con Leonardo e Invitalia. Per garantire un futuro occupazionale ai dipendenti dei due stabilimenti di Bologna e di Flumeri ci batteremo per la produzione in Italia di autobus ecologici e sicuri”. 
“Il Ministro ha dato la sua disponibilità a fissare un incontro nella giornata di domani, come richiesto dalla Fiom, per avere chiarezza definitiva sugli assetti societari”. 
“Il nostro impegno e la nostra battaglia continua: continua la mobilitazione e l’organizzazione del presidio fissato per mercoledì, quando si terrà l’assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus. Siamo ad un passo dall’obiettivo ma i rischi sono ancora altissimi”.
In riferimento alle vicende locali, Fiordellisi aggiunge: “La recente ordinanza di blocco del traffico veicolare ad Avellina, ma anche in altre parti d’Italia, per gli sforamenti dei limiti consentiti di Pm10 nell’aria, sollecita ancora di più il cambio e l’ammodernamento del parco autobus e la messa in sicurezza dell’esistente”.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto