Cultura ed eventi

Holy Bouncer, secchiate di psichedelia su Avellino

AVELLINO.  Domenica 26 novembre, alle 22, al Godot Art Bistrot di Avellino, un altro appuntamento imperdibile: dalla Spagna sul piccolo ma sempre più accogliente palco di via Mazas arrivano gli Holy Bouncer una tra le più acclamate band psichedeliche della scena europea.

Con uno stile raffinato e inconfondibile, gli Holy Bouncer mescolano influenze di gruppi come Pink Floyd, Tame Impala, King Gizzard & Lizard Wizard, Velvet Underground, Mgmt mixando i suoni dei mitici anni 70 con quelli più attuali, creando una miscela psichedelica allo stato puro, non concedendo nulla ai palati facili e spingendo su ritmi imprevedibili.

 

 

Entrano in sala di registrazione per la prima volta nel dicembre del 2015, nasce così Il loro primo album «Anticipation». Mentre quello in pagina è l’ultimo lavoro, intitolato «Hippie Girl Lover». Dà il nome all’intero  album che conta 10 tracce ed è stato pubblicato nel settembre del 2016. Da quel momento, sono in giro nei club di tutta Europa, sconfinando addirittura in Cina e partecipando poi a numerosi festival. Nello stesso periodo, aprono i concerti dei Primal Scream e Band of Skulls.

Articoli correlati

Back to top button