Cronaca

Guerra ai piccioni ad Ariano: scattano le multe per chi fa mangiare i pennuti

ARIANO IRPINO. Via i piccioni dalla città.

Il sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta, ha firmato ieri un’ordinanza contente disposizioni a carattere igienico-sanitario, relative al contenimento della popolazione di questi pennuti, la cui presenza in città starebbe diventando ingombrante con il rischio di diffusione di funghi patogeni per soggetti immuno-depressi.

L’ordinanza anti-piccioni

L’ordinanza vieta ai residenti di dar da mangiare ai piccioni, gettando sul suolo granaglie, scarti e avanzi alimentari. Vietata anche la vendita di mangime alle strutture ambulanti e non, poste nel perimetro urbano.

I proprietari di edifici dovranno, invece, provvedere a proprie spese al risanamento e alla pulitura periodica dei locali e degli anfratti nei quali questi uccelli abbiano nidificato e depositato guano, e alla immediata chiusura di tutte le aperture attraverso le quali possano nidificare mediante apposizione di griglie, reti o altri dissuasori.

Dovrà inoltre essere impedita la sosta abituale o permanente dei piccioni sui terrazzi e sui davanzali e nei cortili, con dissuasori di plastica non cruenti.

Le multe

La violazione dell’ordinanza comporta una sanzione amministrativa che va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button