Cronaca

Aggressione all’assessore Giacobbe: la confessione di uno dei colpevoli

Ha confessato uno dei colpevoli dell’aggressione a Giuseppe Giacobbe, l’assessore di Avellino picchiato nella giornata di ieri: l’uomo è stato identificato grazie alle videocamere di sorveglianza.

Aggressione a Giuseppe Giacobbe, individuato uno dei colpevoli

L’uomo fermato è un 27enne incensurato, che ha confessato di essere l’autore materiale dell’aggressione. Secondo quanto affermato dall’uomo, il raid punitivo sarebbe scattato per motivi legati ad una negata concessione per l’utilizzo di alcuni campetti di calcio

L’uomo non ha fatto il nome del complice, che è ancora a piede libero.

Il racconto shock

Il racconto reso dall’assessore in  un’intervista a Il Mattino mette i brividi, pensando al clima di terrore che si sta vivendo ad Avellino in questi ultimi giorni

“Ero sotto casa quando in due mi hanno strattonato, picchiato prendendomi dalle spalle, gettandomi a terra. Non mi rendevo conto che c’erano due in moto che mi seguivano, quando ho parcheggiato e sono sceso per andare a casa, appena sotto il portone mi hanno afferrato alle spalle. Due marcantoni, molto forti. Prima uno schiaffo dietro l’altro, il più forte sull’orecchio sinistro, ho riportato anche qualche graffio. Poi mi sono accasciato.

Come me lo spiego? Ci sono cose su di me che girano su internet, forse. C’è qualcuno che forse non approfondisce quel che legge ed è stato instradato male. Se ci saranno le condizioni sporgerò querela”.

Articoli correlati

Back to top button