Cronaca

Giudice irpino ai domiciliari (e mezzo milione di euro sequestrato)

MONTORO. Sono originari di Montoro due dei sette destinatari delle ordinanze cautelari disposte dal Gip di Napoli. Ai domiciliari sono finiti il giudice irpino Mario Pagano e il suo funzionario giudiziario, Nicola Montone. Ne parla L’Occhio di Salerno.

L’accusa

È stato arrestato con l’accusa di aver favorito alcuni imprenditori nelle cause civili. Il giudice Pagano era stato già magistrato a Salerno, ora in servizio nel tribunale di Reggio Calabria. Le indagini sono state avviate dalla Procura di Napoli.

Pare che il magistrato abbia ricevuto donazioni in denaro per una società polisportiva di cui era responsabile e impiantistica per un agriturismo in Roccapiemonte.

Sequestrato mezzo milione di euro al giudice irpino

Sono stati sequestrati 500mila euro perchè, riferisce il procuratore aggiunto Alfonso D’Avino, si sospetta che corrisponda «al totale delle erogazioni effettuate, nel tempo, dagli imprenditori per le attività corruttive e all’ammontare dei finanziamenti indebitamente percepiti dalla Eremo (proprietaria di un agriturismo, società riferibile allo stesso magistrato ed ai componenti del suo nucleo familiare».

Le altre ordinanze cautelari

Oltre i due arresti domiciliari, tra le ordinanze cautelari disposte dal giudice delle indagini preliminari di Napoli si contano quattro divieti di dimora e un obbligo di dimora.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button