Cronaca

Simone morto a 30 anni: lascia moglie e figlia. Lutto a Gesualdo

La comunità di Gesualdo è sotto shock per la scomparsa di Simone Carrabs, ragazzo di 30 anni morto a Santo Stefano. Una ragazza, per ricordarlo, sui social ha scritto: “Adesso sei un angelo tra gli angeli“. Così viene ricordato il papà trentenne morto nel giorno di Santo Stefano a causa di un malore che non gli ha dato scampo come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Gesualdo, Simone morto a 30 anni: lascia moglie e figlia

Da ragazzino, infatti, Simone Carrabs interpretò l’angelo del bene in occasione del tradizionale volo agostano in onore di San Vincenzo, patrono del paese. Ieri, martedì 27 dicembre, sono stati celebrati i funerali del 30enne.

Per l’occasione, l’intero paese è rimasto in silenzio, col sindaco Domenico Forgione che ha proclamato il lutto cittadino. I negozi sono rimasti chiusi, così come le casette di Natale attorno all’imponente castello del principe madrigalista, simbolo del borgo della valle del Fredane.

Il ricordo

Conosciuto e ben voluto da tutti, Simone Carrabs era sposato e da pochi mesi aveva provato la gioia di diventare padre di una splendida bambina. Un amico di infanzia di Simone ha scritto: “La morte di un giovane fa riflettere. È la morte del futuro di un paese”.

Redazione L'Occhio di Avellino

Redazione L'Occhio di Avellino: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Back to top button