Politica

“Fototrappole” a Montemiletto, un’idea di “Proposta Concreta”

MONTEMILETTO. I consiglieri comunali Simone D’Anna e Massimiliano Minichiello del gruppo consiliare di Proposta Concreta hanno presentato una mozione al comune di Montemiletto da portare al primo consiglio comunale utile per l’acquisto e installazione in via sperimentale di almeno quattro fototrappole. Queste sono telecamere completamente autonome in grado di realizzare sia foto che filmati, di giorno a colori, di notte ad infrarossi.

 

Stanare furbetti del sacchetto e ladri in trasferta

 

Questa iniziativa si rende necessaria a seguito del moltiplicarsi di discariche abusive in modo particolare in zone periferiche del paese, azioni illecite è bene ricordarlo che producono numerosi numerosi effetti negativi sull’ambiente ma che determinano anche un conseguente aumento dei costi a danno del comune per lo smaltimento dei rifiuti abbandonati.

Le fototrappole sono ormai utilizzate da molti comuni come arma di difesa contro gli inquinatori seriali, ma le stesse possono rappresentare anche un utile strumento integrativo per il controllo del territorio oggetto negli ultimi mesi di numerosi furti nelle abitazioni.

Con l’utilizzo delle fototrappole è infatti possibile monitorare sul nascere i reati ambientali e tenere sotto controllo costantemente quelle aree periferiche poste in zone isolate ma le stesse possono risultare estremamente utili o addirittura determinanti per monitorare tutti quegli accessi situati lungo le aree di accesso poste in prossimità della rete autostradale o in luoghi particolarmente isolati.

 

Fototrappole, manforte ai vigili urbani

 

Preso atto anche dell’esiguo numero di vigili urbani in servizio nel comune di Montemiletto, questa misura può quindi rappresentare uno strumento fondamentale per catturare immagini e video da inviare in tempo reale al responsabile del comune di coloro che difficilmente si farebbero riprendere in azione.

 

Potrebbe interessarti anche:

 

Montemiletto invoca il prefetto e domanda una “task force”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button